Castello - Cagliari

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare Cagliari

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Castello - Cagliari

 

Castello visto da Monte Urpinu

Perdendosi per le strade del Castello si ha quel senso di familiarità che coglie quando ci si trova in una città del Mediterraneo: vicoli stretti, scorci sul mare, scale, scalini, scalette, piazzette, palazzi dai colori caldi accanto a pareti bisognose di restauro, e alla fine la “fatica” urbano-escursionistica premiata da grandi terrazze sul mare e sulla città.

Vicolo a Castello, Cagliari


E in effetti osservarla dall’alto delle sue torri e dei suoi bastioni è forse il modo migliore per capire la complessità di una città come Cagliari, nei suoi intrecci fra antico e moderno e fra natura e industrializzazione.
Un ottimo punto di osservazione è senz’altro il Bastione di Saint Remy, un giardino-belvedere che dal versante meridionale della cittadella fortificata si apre sul resto della città con grandi terrazze e con una doppia scalinata che si affaccia su Piazza della Costituzione. È un luogo molto animato, grazie anche ai Caffè che ospita e alle numerose manifestazioni culturali organizzate nella passeggiata coperta che parte dalla scalinata. Il mercatino delle pulci che tradizionalmente si svolgeva qui tutte le domeniche adesso si è spostato in Piazza Trento ma ha mantenuto la stessa frequenza.
Un altro punto panoramico che merita la sua “scalata” è la Torre dell’Elefante (Piazza San Giuseppe – Via Santa Croce; orario estivo: 9.00 – 13.00/15.30 – 19.30; orario invernale: 9.00 – 16.30; chiuso il lunedì), antico baluardo difensivo dei pisani contro le incursioni genovesi e moresche nonché una delle porte principali del Castello.

Bastione a Castello, Cagliari

Sempre all’interno delle mura del Castello si trova la Cattedrale, una sorta di enciclopedia marmorea che racchiude settecento anni di memoria storico-architettonica della città: lo stile è romanico pisano (come quello di molte chiese sarde costruite nel Duecento), al quale si è sovrapposto nel seicento e nel settecento il barocco, mentre la facciata “in stile” risale al 1933.

La Cattedrale di Cagliari

Appena fuori dalla cinta muraria, sotto la Torre di San Pancrazio, la seconda porta di ingresso al Castello, sorge la Cittadella dei Musei, frutto dell’opera di recupero a fini  museali ed espositivi dell’antico Arsenale regio: le ex strutture militari pisane, aragonesi, spagnole e sabaude ospitano oggi il Museo Archeologico Nazionale, la Pinacoteca Nazionale, il Museo d’arte siamese e il Museo delle Cere.

Per raggiungere il Castello conviene sfruttare i mezzi pubblici, che si fermano lungo il perimetro delle mura o attraversano il quartiere, come la linea 7 (fermate di Piazza Indipendenza e di Via Lamarmora) e 8 (fermata di Viale Buon Cammino); il Bastione è raggiungibile con le linee 6, 7 e 10 (fermata di Piazza Costituzione); chi non volesse o non potesse lasciare la macchina a casa, può parcheggiare in viale Buoncammino, che ha un bellissimo Belvedere, e accedere al Castello dal lato nord, o in viale Regina Elena e salire dal lato sud per la scalinata del Bastione Saint Remy o servendosi  dell’ascensore.