Necropoli di Tuvixeddu e Grotta della Vipera - Cagliari

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare Cagliari

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Necropoli di Tuvixeddu e Grotta della Vipera

 

Necropoli di Tuvixeddu

In piena città, nel quartiere Sant’Avendrace, la più grande necropoli punica del Mediterraneo per estensione e per sepolture è stata a lungo inagibile e in stato di abbandono.
La necropoli era costituita da tombe a pozzo, da cui si accedeva alle camere funerarie vere e proprie, alcune delle quali finemente decorate. Le più belle sono considerate la Tomba del Combattente, dov’è raffigurato un guerriero nell’atto di scagliare la sua lancia, e la Tomba dell’Urèo, con la rappresentazione del cobra, serpente sacro dell’antichità egizia. Ma il sito comprende anche una necropoli romana, sul lato occidentale, con sepolture ad arcosolio (quelle tipiche delle catacombe, per intendersi, con il sarcofago incassato in una nicchia, sormontata da un arco) o colombari, nicchie in cui venivano deposte le ceneri dei defunti.
I corredi funerari rinvenuti all’interno delle tombe sono esposti al Museo Archeologico Nazionale.
Durante la seconda guerra mondiale molte grotte sono state temporaneamente occupate dai cittadini in cerca di riparo dai bombardamenti, mentre nel dopoguerra vi si rifugiarono molte persone che sotto le bombe avevano perso la casa.
Che questo grande sito sia poi riuscito in qualche modo a “sopravvivere” è un vero miracolo, visto che fino a una trentina di anni fa veniva usato come cava da una grossa società cementifera italiana e solo recentemente pare si stiano concretizzando, grazie anche alla protesta attiva di cittadinanza e associazioni culturali e ambientaliste, i progetti per la realizzazione di un parco archeologico e naturalistico per il recupero dell’intera area e per la valorizzazione di questo preziosissimo patrimonio, anche se di fatto, al momento, i lavori sono ancora fermi.

La Necropoli è raggiungibile in autobus con la linea 8 e le circolari 20 e 21 (fermate di Via Is Maglias).

Grotta della Vipera